Venerdì, 05 Giugno 2020 10:10

Arriva il SUPERBONUS al 110%

Il superbonus al 110% è sicuramente l’agevolazione più cospicua contenuta nel decreto Rilancio  ed una delle più ambite, sia per le imprese che per i cittadini.

Si tratta di lavori di efficientamento energetico e riduzione del rischio sismico, cioè ecobonus e sismabonus, associati.
Il provvedimento consente una detrazione del 110% nell’ importo e recuperabile non più in 10 anni ma in 5.
I lavori dovranno essere eseguiti dal 1° luglio 2020 e al 31 dicembre 2021, e sarà possibile cedere il credito o avere lo sconto in fattura.

I lavori detraibili sono diversi e con importanza differenziata rispetto alle varie tipologie.
Vediamoli insieme.

GLI INTERVENTI COSIDDETTI "TRAINANTI"

- isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo.
Il massimale di spesa è pari a 60mila euro per ciascuna unità immobiliare interessata ( nei condomini il massimale è moltiplicato per il numero delle unità immobiliari).

- sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti a combustibili fossili, con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria, a pompa di calore, inclusi gli impianti ibridi o geotermici. Il beneficio si applica anche sulle spese per smaltimento e bonifica dell’impianto sostituito.
Il massimale di spesa è 30mila euro per ciascuna unità immobiliare interessata.

- interventi di riduzione del rischio sismico ( non applicabili ad edifici di zona sismica 4) che portano alla riduzione di una o due classi di rischio degli edifici  nelle zone a rischio sismico 1- 2- 3 ( attualmente agevolati al 70% -  85%). L’ agevolazione si applica ugualmente in caso di demolizione e ricostruzione di interi edifici e anche   variando  il volume rispetto all’edificio preesistente, ove possibile.

GLI ALTRI INTERVENTI

- interventi di efficientamento energetico previsti dall’art. 14 del DL 63/2013 ed il particolare:
a) acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari;
d) all’acquisto e posa in opera di generatori di aria calda a condensazione;
e) l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari;
f) l’acquisto e la posa in opera di micro-cogeneratori.


- installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica, con un massimale di spesa pari a 48mila euro, e comunque nel limite di spesa di 2.400 euro per ogni kW di potenza nominale dell’impianto solare fotovoltaico. In caso di ristrutturazione edilizia, nuova costruzione e ristrutturazione urbanistica il limite di spesa è ridotto a 1.600 euro per ogni kW di potenza nominale;

- installazione contestuale o successiva di sistemi di accumulo integrati negli impianti solari fotovoltaici agevolati e comunque nel limite di spesa di euro 1.000 per ogni kWh di capacità di accumulo del sistema.

- installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici, con un massimale di 3mila euro.

Dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 inoltre, per gli interventi sopra citati, in caso di cessione del credito ad un’impresa di assicurazione, con la quale viene stipulata una polizza che comprende il rischio di eventi calamitosi, la detrazione per  i premi assicurativi, relativamente a unità immobiliari ad uso abitativo (detrazione 19% di cui all’art. 15,  DPR 917/1986), spetta nella misura del 90%

Per essere operativo il super bonus dovranno uscire i decreti attuativi e soprattutto la circolare dell’Agenzia delle Entrate.
Ci vorrà ancora del tempo ma chi ha intenzione di accedervi ci contatti per prenotarsi in modo da verificare la fattibilità.
I tecnici di Ecoenergy04 sono sempre disponibili per qualsiasi informazione o approfondimento finalizzati all’accesso a queste misure agevolative.

Archivio Notizie

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.